Nuovo complesso produttivo
Realizzazione del giardino interno tra le due ali degli uffici
... See MoreSee Less

View on Facebook

Nuovo complesso produttivo.
Iniziata la posa del rivestimento in alluminio... e non solo!
Cantiere affollato oggi!
... See MoreSee Less

View on Facebook

La Luce, prima fonte di vita, alimento dell'anima, rinascita dello spirito.
Gli antichi non dimenticavano mai di celebrarla nelle loro architetture,

Buona Pasqua a tutti voi!

Roma, Pantheon, 123 d. C.
... See MoreSee Less

View on Facebook

Stiamo ultimando un nuovo complesso produttivo. Il corpo degli uffici, realizzati con cassero a perdere precoibentato in legno-cemento della ditta Isospam, sarà rivestito con un pannello composito in lamiera di alluminio.
Volete vedere il risultato finale?
vi faremo vedere i prossimi sviluppi e gli arredi interni, 🙂 Seguiteci!
... See MoreSee Less

View on Facebook

Venerdì 12 dopo 3 gg e mezzo di cui uno di pioggia la casa è chiusa e coperta impiegando 2 carpentieri e 1 addetto alla gru.
Ora mancano le sigillature, il completamento degli impianti e le finiture .
... See MoreSee Less

View on Facebook

Oggi 09/02 (primo giorno) abbiamo iniziato il montaggio di una casa prefabbricata in legno di una ditta tedesca.
Hanno iniziato ad arrivare in cantiere le parti della casa già finite con cappotto, serramenti e parte degli impianti.
Il montaggio sarà velocissimo.
... See MoreSee Less

View on Facebook

Quello che mi è piaciuto molto di questo progetto è il suo fare un passo indietro, il protagonismo dell'architetto é stato messo da parte a favore di una valorizzazione dello spazio pubblico, della funzione sociale e urbana del costruire.
Ma questo non ha tolto forza all'edificio realizzato, anzi ne ha fatto un punto di riferimento di grande vigore!

Tanzhaus Zürich, Zurigo , Svizzera , 2014-19: "Il progetto mira a riattivare la passeggiata lungo il fiume Limmat"... "In questo modo l'edificio viene definito come un volume semplice e stratificato. Un elemento che permette di generare un nuovo spazio pubblico sulla sua copertura e che collega i percorsi esistenti a diversi livelli che si intrecciano lungo la sua sponda."
Ancora una volta Barozzi e Veiga hanno dato una grande lezione di architettura!
... See MoreSee Less

View on Facebook

Cronaca natalizia dal cantiere!
Che sia di buon auspicio!
Buone feste
... See MoreSee Less

View on Facebook

I nostri Auguri a tutti voi!
Saremmo assenti per le festività natalizie dal 24 dicembre al 3 gennaio 2021
... See MoreSee Less

View on Facebook

10 months ago

Studio Associato Stella Trivellin

Oggi splendida giornata di scambio di conoscenze e lettura su più livelli del nostro territorio e paesaggio al Convegno FAI "Paesaggi dell'Altovicentino. Tra storia e contemporaneo".
Grazie a tutti i colleghi che hanno lavorato per dar vita a questa occasione e ai relatori competenti che hanno condiviso con noi le loro conoscenze
... See MoreSee Less

View on Facebook

Un'interessante occasione per conoscere meglio il nostro territorio, la sua storia e la sua genesi.
Noi ci saremmo
#paesaggiovicentino #santorso #turismo #faid'autunno
... See MoreSee Less

View on Facebook

#NascevaOggi nel 1720 Giambattista Piranesi, disegnatore, incisore, antiquario e architetto, considerato il più grande esponente dell’incisione veneta del Settecento. La sua attività ha influenzato non solo architetti ma anche scenografi e pittori oltre che lasciare un forte impatto sulla fantasia letteraria; nelle sue incisioni diede vita ad architetture che stupirono il mondo, magnificamente oniriche ma al contempo potentemente concrete e per questo destinate a colpire la fantasia di molti.

La mostra a lui dedicata allestita a Palazzo Sturm fino al 19 ottobre, espone il corpus completo di incisioni piranesiane presenti nelle collezioni permanenti cittadine bassanesi al quale si aggiungono le 16 tavole delle Carceri d’Invenzione provenienti dalle collezioni della Fondazione Giorgio Cini di Venezia.

#MuseiBassano #PiranesiBassano
... See MoreSee Less

View on Facebook

Segnaliamo questa interessante iniziativa per conoscere una parte affascinante del nostro patrimonioCinque ville del territorio padovano per cinque eventi culturali con filo conduttore la storia delle ville venete e della Repubblica di Venezia. Un viaggio nel tempo alla riscoperta del nostro legame con un periodo indimenticabile della nostra storia, la civiltà di villa, sviluppatasi nel corso del governo della Serenissima Repubblica di Venezia.

Il primo evento si terrà il giorno 17 settembre p.v. ospitati da Ca’ Marcello di Levada di Piombino Dese, Padova. La serata sarà composta da due momenti:

- ore 17.30 Viaggio alla scoperta di Ca’ Marcello: visita guidata della villa al prezzo speciale di 5,00 euro. Prenotazione obbligatoria all’indirizzo email storiavenetainvilla@venetinelmondo.org.

- ore 18.30 evento culturale “Civiltà di villa e architettura veneta” con Guido Beltramini, Direttore del Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio (CISA – Palladio Museum). Introduce Aldo Rozzi Marin, Presidente Associazione Veneti nel Mondo. Sarà presente per un saluto Isabella Collalto, Presidente Associazione per le Ville Venete. Evento gratuito con offerta responsabile. Prenotazione obbligatoria all’indirizzo email storiavenetainvilla@venetinelmondo.org.

Il progetto è curato da Associazione Veneti nel Mondo con il patrocinio di Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio (CISA – Palladio Museum), Associazione per le Ville Venete, Istituto Regionale Ville Venete e Associazione Nobiliare Regionale Veneta. E con il riconoscimento del marchio turistico regionale Veneto. The Land of Venice della Regione del Veneto.

Per maggiori informazioni Vi invitiamo a consultare la pagina web: www.venetinelmondo.org/storia-veneta-in-villa/

Siamo i custodi di un bene comune, la cultura veneta, che non solo deve essere mantenuto ma anche promosso e valorizzato.
... See MoreSee Less

View on Facebook

1 years ago

Studio Associato Stella Trivellin

Cantina Antinori, Bargino (Fi) ... See MoreSee Less

View on Facebook

Poesia, arte, paesaggio: una delle più belle opere di architettura contemporanea.
Una scala elicoidale, memoria e riproposizione delle scale rinascimentali dei palazzi romani e fiorentini, ti porta dentro al paesaggio, ad ogni squarcio che si apre salendo il paesaggio entra dentro di te, lo respiri, a pieni polmoni!
Cantina Antinori, Bargino, Siena
... See MoreSee Less

View on Facebook
View on Facebook

Studio Ass. Stella Trivellin parteciperà al corso

Come trasformare spazi vuoti in luoghi di vita e di lavoro

Condurre con successo progetti di riuso temporaneo, creativo, partecipato e percorsi di rigenerazione urbana

Corso online realizzato in collaborazione con Fondazione Riusiamo l'Italia®

#rigenerazioneurbana #riusiamolitalia #Sostenibilità
... See MoreSee Less

View on Facebook

1 years ago

Studio Associato Stella Trivellin

Un edificio così semplice è in realtà una lezione di architettura e di relazione con il paesaggio!
Parco delle Dolomiti Bellunesi, Piani Eterni
... See MoreSee Less

View on Facebook

Un progetto che merita una riflessione, finalmente un deciso superamento dello spazio che generalmente si considera aperto solo perché cucina e soggiorno sono tutt'uno. Una proposta di un modo di abitare che ritengo... liberatorio, un vero SPAZIO APERTO: l'abitazione come sequenza di spazi fluidi e comunicanti, SENZA GERARCHIE, ognuno dei quali assume molteplici funzioni e si prolunga verso l'esterno terminando con delle vere stanze all'aperto. Ogni spazio è separabili dagli altri con pannelli mobili in legno che consentono di adattarlo alle esigenze del momento.
Progetto di Rama Estudio, casa a Lasso, Ecuador, 2018
... See MoreSee Less

View on Facebook

Ai sensi della nuova ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 42 del 24 aprile 2020 e dell'allegato al DPCM del 26 aprile 2020, si informano i clienti di questo Studio che gli incontri con clienti e rappresentanti esterni rimangono sospesi fino al 4 maggio 2020.
In merito ai lavori in cantiere possono proseguire soltanto:
- le opere pubblica o di pubblica utilità ;
- le opere idrauliche o elettriche per i soli interventi di emergenza;
- gli interventi di modesta entità su edifici esistenti soggetti a comunicazione di edilizia libera asseverata o non soggetti a titolo abilitativo.
Tutte le altre tipologie di lavori non sono ad oggi autorizzate.

Lo Studio è operativo e noi siamo disponibili e raggiungibili telefonicamente per qualsiasi vostra richiesta.
A presto
... See MoreSee Less

View on Facebook

In questi giorni riordinando gli archivi abbiamo ritrovato alcuni schizzi e si sono riordinati anche i ricordi.
Ricordi dell'entusiasmo, delle speranze e del gran lavoro che sta dietro a questi semplici disegni!
A volte l'idea emerge subito dal contesto, nasce di getto e percepisci che è la strada giusta, altre volte il processo creativo è sofferto, tortuoso e..lungo!
... See MoreSee Less

View on Facebook

In linea con il nostro approccio alla progettazione dell'abitare vi proponiamo una riflessione sul tema dell'ABITARE SANO.

Lo star bene in un ambiente è stato quantificato nel 1966 dalle Norme ASHREA che hanno stabilito livelli di umidità, temperatura, ricambi aria, ecc per garantire uno stato di comfort.
Queste norme hanno avuto diversi aggiornamenti e sviluppi nelle norme UNI e negli ultimi anni stanno nascendo molti protocolli di certificazione per attestare non solo il benessere termo-igrometrico ma anche la qualità dell'aria all'interno delle nostre case. Quelli più vicini a noi, ma con valenza nazionale, sono il protocollo CasaClima Nature che valuta anche la sostenibilità ambientale dell'edificio, il protocollo Salus del TBZ o Biosafe che si concentrano in particolare sull'inquinamento indoor, fino al più olistico protocollo di progettazione Active House.

Ma qual'è il compito dell'ARCHITETTO?
Per noi architetti questi protocolli sono validi e necessari STRUMENTI per costruire degli spazi dell'abitare sostenibili, sani e confortevoli.
Tuttavia il nostro star bene in casa dipende anche da altri aspetti di natura psicologica e culturale legati all'età, al sesso, allo stato di salute, ecc.
Ritengo che in questo l'architetto abbia un ruolo determinante nella sua capacità di creare ambienti che sappiano rispondere alle richieste specifiche di chi vi abiterà, nel creare spazialità che respirano o avvolgono a seconda delle esigenze, nel saper proporre materiali in grado di regolare naturalmente l'umidità ambiente o di restituire sensazioni tattili, visive e percettive positive e stimolanti.
In una parola nel creare BELLEZZA,
credo che ora più che mai, oltre che di sostenibilità, la nostra società abbia bisogno di bellezza!

(nella foto: House surrounded by the Hedges; Japan, 2020,
Studio Velocity)
... See MoreSee Less

View on Facebook

Con il desiderio di ritrovarvi ancora con nuove idee e rinnovato entusiasmo, auguriamo a tutti voi una Pasqua serena,
Auguri di Buona Pasqua
... See MoreSee Less

View on Facebook

Ai clienti dello Studio
Informiamo che in ottemperanza al D.P.C.M. del 22 marzo lo Studio Ass. Stella Trivellin proroga la chiusura al pubblico fino al 10 aprile 2020.
Noi proseguiamo comunque il nostro lavoro e siamo raggiungibili via email e al nostro numero fisso 0445/576284.
Un caloroso saluto a tutti
... See MoreSee Less

View on Facebook

Ci uniamo al saluto ad un grande architetto italiano che ci ha insegnato e ha sempre creduto nel valore sociale dell'architettura! ... See MoreSee Less

View on Facebook

Buga Fibre Pavilion. Un progetto che applica i principi dei compositi di fibre presenti in natura e ne riproduce le straordinarie prestazioni ed efficienza nell'uso dei materiali. 400 mq coperti, 7,6 kg al mq il peso, 25 tonnellate la portata. Una maglia di fibre di vetro che fa da base d'appoggio per i filamenti di carbonio posti solo là dove strutturalmente necessari!
youtu.be/ggx0TZ3BPIY
... See MoreSee Less

View on Facebook

1 years ago

Studio Associato Stella Trivellin

Quando iniziano le rasature gli spazi cominciano a prendere forma, cominci a vedere se la luce li riempie come hai previsto. Quando arrivi in cantiere sei sempre con il fiato sospeso: è la prova del nove, capisci se quello che hai progettato funziona! ... See MoreSee Less

View on Facebook

Ultimamente rimango sempre più perplessa di fronte questo uso dilagante delle strisce LED installate ovunque che stanno rendendo sempre più asettico il nostro spazio abitativo.
Riflettendo su come usare al meglio questa nuova tecnologia ho trovato molto interessante l'approccio e le considerazioni che un grande architetto come Gae Aulenti faceva molti anni fa:
"Per esempio io ho sempre odiato quei faretti tecnici americani direzionali, che illuminano per punti invece di diffondere, appunto il contrario di quello che fa l’architettura con la luce. Io sono contro l’abbagliamento e tanto più nella vita quotidiana mi sembra che certe nuove luci hanno trasformato nei salotti la conversazione in un interrogatorio."
E ancora:" Noi [architetti] lavoriamo con tre cose: gli spazi, la luce e l’architettura;"
Un buon progetto d'architettura è l'unione di tutti e tre questi elementi, altrimenti non è architettura!
... See MoreSee Less

View on Facebook

*** Per tutti gli amici e le amiche che sono in zona Padova***
Segnaliamo volentieri questa lezione di Mara Migliavacca a Palazzo Liviano prevista per il 16 gennaio 2020 alle 12.30. Aula S.
#RomeaStrata è anche approfondimenti, confronti, studio... sempre in movimento!
... See MoreSee Less

View on Facebook

Quando vino, architettura e paesaggio si incontrano e danno vita ad esperienze che stimolano tutti i sensi.
Cantina Tramin Kellerei - architetto Werner Tscholl
#cantinatraminer #gewurztraminer
... See MoreSee Less

View on Facebook

Auguriamo buone feste e un luminoso anno nuovo!
Cogliamo l'occasione per ringraziare quanti in questo anno ci hanno dato fiducia e quanti hanno collaborato con noi.
Buon Natale e Felice Nuovo Anno!
... See MoreSee Less

View on Facebook

Oggi convegno Legno/Architettura a Desenzano sul Garda.
Giornata intensa con qualche nota rilassante!
... See MoreSee Less

View on Facebook

...che dire... peccato non averle realizzate!!! ... See MoreSee Less

View on Facebook

#M9museo Mestre - bella la sequenza di spazi urbani, bella la continuità dello spazio urbano che penetra nel grande atrio del museo senza soluzione di continuità, bella l'esperienza di visita interattiva e stimolante. Bello! ... See MoreSee Less

View on Facebook

The Twist, ponte-museo e opera d'arte esso stesso firmata dallo studio BIG, Bjarke Ingels Group, di Copenhagen ... See MoreSee Less

View on Facebook

VENDITA DI BENI IMMOBILI DI PROPRIETÀ COMUNALE

Il Comune di Schio intende vendere appartamenti e case indipendenti di sua proprietà.

Al seguente link ➡️https://tinyurl.com/y5z85a3k
è possibile trovare:
- l'elenco degli immobili con relative foto e descrizioni;
- l'avviso pubblico con il prezzo base di vendita e la modalità di presentazione delle offerte.

❗️Le offerte dovranno pervenire allo sportello QUICittadino entro le ore 12 del giorno 15 novembre 2019
... See MoreSee Less

View on Facebook

Bellissima applicazione della bioclimatica![CONDIZIONAMENTO NATURALE]

La storica Cantina Cà Corniani è uno degli edifici più interessanti: i numerosi camini che lo caratterizzano non sono canne fumarie, ma un ingegnoso sistema di condizionamento naturale!

Questi camini avevano il ruolo di raccogliere il “borìn” (il vento fresco che soffia da nord-est), per convogliarlo in una fitta rete di cunicoli sotto il pavimento della cantina.

In questo modo la temperatura non supera mai i 18°!

#OltreLeSoglie
... See MoreSee Less

View on Facebook

Piu' di 50 opere di 23 artisti internazionali in dialogo con le opere della collezione permanente del museo e con gli spazi monumentali del palazzo, in una inedita riflessione, ai confini tra arte e design, sulla tradizione artistica di Venezia e sulle peculiarità ambientali del palazzo che ospita la Galleria Giorgio Franchetti alla Ca' d'Oro.
La mostra, organizzata in occasione Biennale d'Arte 2019 da CARPENTERS WORKSHOP GALLERY in collaborazione con Lombard Odier Group, resterà aperta fino al 24 novembre. Non mancate !
Mibac museitaliani Polo Museale del Veneto
... See MoreSee Less

View on Facebook

2 years ago

Studio Associato Stella Trivellin

Un'altra lezione di architettura del paesaggio: dei massi erranti trasformati dai soldati in postazioni durante la Grande Guerra. Quasi non si vedono le piccole aperture di accesso!
#dolomiti #tofane
... See MoreSee Less

View on Facebook

2 years ago

Studio Associato Stella Trivellin

#ISABELLPITSCHEIDER
IN ME, una tavola di legno fluttua libera sulla superficie dell'acqua mossa dal vento e dagli eventi proprio come i nostri ricordi fluttuano dentro di noi ed emergono quando un'emozione o un luogo lì spingono a galla.
#lagodilimes #fanes
... See MoreSee Less

View on Facebook

e, vorrei aggiungere, non è l'ennesima sovrastruttura codificata pronta all'uso!Dall'esperienza della DMO Fondazione Arezzo In tour by Rodolfo Ademollo. Sottoscriviamo tutto! Un bel benchmark per tutti. Bravi e buon lavoro! ... See MoreSee Less

View on Facebook

Nella ridondanza di architetture di cui sono bombardata, questo libro è stato folgorante. E' vero e ancora vero: nel nostro lavoro, per rinnovarsi, bisogna continuamente tornare alle radici, al cos'è architettura. ... See MoreSee Less

View on Facebook

Prosegue il mio viaggio tra i musei di MuseiAltovicentino per la mia analisi di audience developement. Ieri ho incontrato la bella realtà di #Lusiana con il suo Museo diffuso che ha tutte le potenzialità per diventare un vero #ecomuseo. Guardatevi questa bella storia di recupero di un'antica varietà di frumento, il frumento invernizzo che veniva coltivato anticamente nelle zone di media montagna e il cui stelo poteva essere lavorato per produrre borse, cappelli e ceste. ... See MoreSee Less

View on Facebook

Progettare per il benessereLo sapevi che #ActiveHouse non è semplicemente una certificazione? Il #radar Active House Alliance è un vero e proprio #rating che esprime la qualità del tuo edificio.
Il radar Active House fornisce una panoramica a 360° dell’edificio. Mostra anche come ogni parametro e ogni scopo sia interdipendente con l’altro. Il radar è un'immagine semplice ed immediata della qualità ambientale, del comfort raggiunto e del risparmio energetico che la tua casa offre.

www.activehouseitalia.info/active-house-italia/#radarahi
... See MoreSee Less

View on Facebook

Showroom Key Cucine. Mattinata di lavoro: materiali, spunti, dettagli per una nuova cucina. ... See MoreSee Less

View on Facebook

Iniziati i lavori per sistemare un altro pezzo delle ex-latterie di Schio......faremo un bellissimo birrificio con birreria ... See MoreSee Less

View on Facebook

Il Museo Marino Marini di Firenze è uno spazio straordinario dove incontrare l'arte, un luogo di quiete nella folla di turisti dive prendersi un momento di pace e incontro con l'arte.
Da non perdere la cappella Rucellai aperta quest'anno con il prezioso tempietto di Leon Battista Alberti. Un gioello in uno scrigno nascosto!Marino Marini, Cavallo e acrobata, 1946

#ConosciMarino
... See MoreSee Less

View on Facebook

Foto del diario ... See MoreSee Less

View on Facebook

Workshop!
Il terzo giorno di #museiemotivi si è concluso con l'intervento provocatorio di Fabio Viola. #PlayableMuseum Mah...a me non ha convinto!
... See MoreSee Less

View on Facebook

Seconda giornata di #museiemotivi. Con sperimentazione e discussione di un nuovo device in corso di progettazione che rinnoverà la tradizionale audioguida.
... interessanteDurante #MuseiEmotivi si fa il test di “See For Me”: uno strumento di riconoscimento interattivo delle opere di Marino Marini sviluppato dall’ Università di Firenze

#enjoy!
... See MoreSee Less

View on Facebook

Bene! Si comincia. Full immersion di 4 giorni nella progettazione emotiva dei musei. #museiemotivi Firenze #museimarinimarini ... See MoreSee Less

View on Facebook

Altra giornata di interessanti incontri con due musei di MuseiAltovicentino. Prima al Museo Archeologico dell'Altopiano con l'adiacente sito dell'età del ferro del #Bostel dove fervono i preparativi per la riapertura con grandi e coinvolgenti novità e poi al Museo etnografico di Tonezza del Cimone, #elcaselo ospitato nell'edificio suggestivo del vecchio caseificio di contrada. ... See MoreSee Less

View on Facebook

...la visita dei musei dell'Altopiano non si poteva concludere in modo migliore: con i versi della poesia in cimbro regalatami all' Istituto di #culturacimbra di Roana:

Alle de beeghe
Vueuerent inn ka Sleeghe
bèllar un biisen,
an schoeoena gaséghe:
Grueuesa-dich, vroemadar,
ail, an-de béll;
khèeranten hòam du
bolàibest an khséll.

(Tutte le strade / Portano ad Asiago / Boschi e prati: / una splendida visione. / Ti salutiamo, ospite, / vieni, se vuoi, /tornando a casa tua / resterai nostro amico.)
Remigius Geyser

Mi scuseranno i linguisti se non ho inserito le dieresi!
... See MoreSee Less

View on Facebook

Analisi di audience developement per #museialtovicentino.
Oggi giornata tutta dedicata all'Altopiano dei 7Comuni. Si parte dal MUSA di Asiago: affascinante!
... See MoreSee Less

View on Facebook

Auguriamo a tutti un sereno Natale e un grande Anno Nuovo!
Cogliamo l'occasione per ringraziare tutti quelli che ci hanno seguito, sostenuto, dato fiducia
Alessandra, Matteo, Umberto
... See MoreSee Less

View on Facebook

Condividiamo questa bella news letter degli amici dell'Ecomuseo delle Acque del Gemonese

I muri a secco patrimonio dell’Umanità

Il 28 novembre l’Unesco ha inserito la pratica rurale del muro a secco nella lista dei beni immateriali dichiarati patrimonio dell’Umanità. «L’arte del dry stone walling riguarda tutte le conoscenze collegate alla costruzione di strutture di pietra erette senza fare uso di altri elementi», spiega l’Unesco nella motivazione del riconoscimento. «I muretti a secco sono sempre realizzati in perfetta armonia con l’ambiente, la tecnica che sta alla base di queste opere esemplifica una relazione armoniosa fra l’uomo e la natura. (...) La pratica viene trasmessa principalmente attraverso applicazioni e metodi costruttivi che si adattano alle particolari condizioni del luogo».

I muri a secco svolgono un ruolo vitale, garantendo benefici a lungo termine: nella prevenzione dell’erosione, nel controllo degli eventi alluvionali, nella protezione degli ecosistemi e nell’arricchimento dell’agro-biodiversità. Eppure questa antica pratica rischia di scomparire per la mancanza di manodopera specializzata. Per questo sono nate diverse scuole in Italia che cercano di trasmettere le capacità tecniche e compositive proprie di un mestiere che è anche arte. Una di queste scuole da quattro anni trova sede sul territorio dei Comuni di Artegna e Montenars grazie all’Ecomuseo delle acque, che si muove col sostegno della Sezione Italiana dell’Alleanza Mondiale per i Paesaggi Terrazzati, la disponibilità di bravi artigiani locali e la collaborazione delle amministrazioni comunali. Come dire: quando ci si trova a favore di vento... (non per caso ma per convinzione).

Terrazze e muraglie fin su dove non cominci il bosco, milioni di metri quadri di muro a secco che chissà da quando, chissà per quanto i nostri padri, pietra per pietra, hanno con le loro mani costruito. / Pietra su pietra, con le loro mani, le mani dei nostri padri per secoli e secoli, fin su alla montagna! / Non ci han lasciati palazzi i nostri padri, non han pensato alle chiese, non ci han lasciata la gloria delle architetture composte: hanno tenacemente, hanno faticosamente, hanno religiosamente costruito dei muri, dei muri a secco come templi ciclopici, dei muri ferrigni a migliaia, dal mare fin in su alla montagna! Muri e terrazze. Giovanni Boine, poeta ligure

youtu.be/0ROnc2OXzuY

––––––
info 338 7187227

Muro in pietra a secco ricostruito a Montenars (Foto di Graziano Soravito)
... See MoreSee Less

View on Facebook

#basta condoni
Legambiente, i rappresentanti dei costruttori, dei lavoratori edili, dei comuni colpiti dal sisma, degli architetti e dei geologi, degli studenti, e di varie associazioni della società civile chiedono di:
• Si confermi nell’Aula del Senato l’eliminazione dall’articolo 25 del Decreto Genova la frase finale
“per la definizione delle istanze di cui al presente articolo, trovano esclusiva applicazione le
disposizioni di cui a Cap. IV e V della legge 28 febbraio 1985, n.47”. L’esigenza di accelerare la
valutazione delle pratiche di condono presentate nel 1985, 1994, 2003 può essere soddisfatta dalla
già prevista assunzione di personale nei tre Comuni coinvolti, per i quali deve essere garantita che
abbiano la necessaria competenza e quindi siano architetti, ingegneri, geometri, geologi.
• Di sostituire all’articolo 39-ter del Decreto Genova la data di agosto 2016, per cui è possibile sanare
gli abusi, con i termini fissati dall’ultimo condono del 2003. L’esigenza di sanare alcuni interventi
che vengono definiti “vecchi e limitati” per dare un’accelerata alla ricostruzione sarebbe
ampiamente soddisfatta. Coloro che negli ultimi 13 anni hanno realizzato abusi edilizi non meritano
certamente un premio.
... See MoreSee Less

View on Facebook

Completato il nuovo volume esterno di Casa V. realizzato in legno verniciato bianco a cura della ditta Wood Architecture. L'obiettivo di realizzare un ottimo inserimento nel giardino in sintonia con l'edificio principale è stato pienamente raggiunto www.studiostellatrivellin.it ... See MoreSee Less

View on Facebook